instagram
twitter

Iscriviti ora alla

europolitiche3
europolitiche

Newsletter

europolitiche
La Conferenza sull'Ucraina a ParigiLagarde: Parlamento UE guidi l'azione per rafforzare l'eurozonaDraghi all'Ecofin: "la Ue non sta al passo, dobbiamo investire a breve somme enormi pubbliche e private"Eurogruppo: anche per Lagarde e Gentiloni urgente l'Unione del mercato dei capitaliEurogruppo: Le Maire propone Unione mercati capitali su base volontariaInnovazione e buona politica nell' era ipercomplessaAI Act, nell'UE la prima legge al mondo sull’intelligenza artificialeVon der Leyen si candida per un secondo mandato alla presidenza della Commissione europeaAlexey Navalny è morto: le reazioni dei vertici Ue. Indignazione dai governi europeiPatto di stabilità, Consiglio e Parlamento trovano l’accordo sulle nuove regole comuni di bilancioScholz incontra Biden e chiede di sbloccare altri aiuti all'Ucraina"2024. Un continente al bivio". Gentiloni in conferenza ad Harvard durante la missione negli Stati UnitiTorna in Europa la presidenza del G7. Passaggio di consegne a Tokio dal Giappone all'ItaliaIl primo ministro francese Attal a Berlino. Primo incontro con il cancelliere ScholzConsiglio europeo: unanimità dei 27 per altri 50 miliardi all'UcrainaFmi: l'eurozona in crescita dello 0,9% nel 2024Charles Michel porterà a termine il mandato di Presidente del Consiglio europeoLa Bce lascia i tassi invariatiGentiloni: Recovery Fund e InvestEU sono storie di successoGermania-Francia-Italia: l'Ue deve difendere le navi in transito nel mar Rosso dai pirati HouthiDavos: al WEF Macron insiste su una forte spinta agli investimenti pubblici europeiVon der Leyen, 'a marzo strategia per l'industria Ue della difesa'.L'Ue e la sua nuova governance fiscale coordinata con l'accordo sul Patto di stabilitàGabriel Attal è il nuovo Primo ministro della FranciaVisione e metodo. L'eredità europeista di Jacques DelorsCharles Michel annuncia la candidatura alle europeeTusk alla guida della Polonia. Al via il nuovo governo filo-europeistaPlenaria e Consiglio animano la settimana politica europeaPatto di stabilità: intesa rimandata al prossimo Ecofin informale straordinarioL'allargamento secondo la Commissione: l'Unione risponda all'appello della storiaRiforma dei trattati UE: il Parlamento europeo approva la risoluzioneSpagna, Sanchez resta premier: "Il governo sarà legittimo, democratico e costituzionale"Ecofin: fiducia in un prossimo accordo sul Patto di StabilitàI Ministri finanziari a Bruxelles per l'Eurogruppo di novembreLa Commissione Ue chiede i negoziati di adesione per l'Ucraina
europolitiche

Draghi e Macron chiedono sul FT la riforma del Patto di Stabilità

25-12-2021 16:46

Europolitiche

Europolitiche, europolitica, Macron, Draghi, europolitiche , patto di stabilità, financial times, 23 dicembre 2021,

Draghi e Macron chiedono sul FT la riforma del Patto di Stabilità

I due leader reclamano “più spazio di manovra” per fare investimenti e sostenere il sistema di welfare, ammonendo  che il Patto di stabilità va riformato.

Mario Draghi ed Emmanuel Macron hanno pubblicato il 23 dicembre un articolo a doppia firma sul sito del Financial Times titolato ‘Le regole di bilancio dell’Ue devono essere riformate se vogliamo garantire la ripresa’.

Il messaggio, chiaro, è:  serve “più spazio di manovra” per fare investimenti e sostenere il sistema di welfare, ammonendo  che il Patto di stabilità “non deve impedirci di farlo”. Ninete tagli alla spesa, nè inasprimenti fiscali nell'Unione prossima ventura dunque.

L’articolo è una dichiarazione congiunta contro un ritorno all’austerity nel post-pandemia. Si legge nello scritto: “Abbiamo bisogno” di un quadro normativo “credibile, trasparente e capace di contribuire all’ambizione di costruire un’Europa più forte, sostenibile ed giusta”. “Non c’è dubbio sulla necessità di ridurre il livello del nostro indebitamento, ma non possiamo pensare farlo attraverso maggiori tasse o tagli insostenibili alla spesa sociale”.

Draghi e Macron anticipano nello scritto le priorità del semestre di presidenza francese. “Il programma Next Generation EU è stato un successo – scrivono – nella sua valutazione della qualità della spesa pubblica e nella sua modalità di finanziamento. In quanto tale, offre un utile modello per il futuro. Nuove proposte meriteranno una discussione approfondita, non offuscata dall’ideologia, con l’obiettivo di servire al meglio gli interessi dell’Ue nel suo insieme. La prossima presidenza francese del Consiglio Ue avrà l’obiettivo di sviluppare una strategia globale condivisa per il futuro dell’Unione”. 

Macron e Draghi condividono da diverso tempo preoccupazioni sull'evolversi delle minacce alla ricrescita delle economie dei rispettivi paesi, in un comune scenario di stimoli fiscali e inflazione, evidentemente allarmati dalle idee del neoministro delle Finanze tedesco Lindner descritto dai media come poco entusista di un eventuale mancato rientro dalle “deroghe” del Patto di Stabilità nel 2023. La difesa nell'articolo di un policy mix fiscale-monetario accomodante fa del contributo di Draghi e Mcron una traccia d'impatto nel percorso di riforma del PSC.

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea


instagram
twitter
whatsapp

SITO WEB REALIZZATO DA Q DIGITALY

©2021-2022 di Europolitiche.it