instagram
twitter

Iscriviti ora alla

europolitiche3
europolitiche

Newsletter

europolitiche
La Conferenza sull'Ucraina a ParigiLagarde: Parlamento UE guidi l'azione per rafforzare l'eurozonaDraghi all'Ecofin: "la Ue non sta al passo, dobbiamo investire a breve somme enormi pubbliche e private"Eurogruppo: anche per Lagarde e Gentiloni urgente l'Unione del mercato dei capitaliEurogruppo: Le Maire propone Unione mercati capitali su base volontariaInnovazione e buona politica nell' era ipercomplessaAI Act, nell'UE la prima legge al mondo sull’intelligenza artificialeVon der Leyen si candida per un secondo mandato alla presidenza della Commissione europeaAlexey Navalny è morto: le reazioni dei vertici Ue. Indignazione dai governi europeiPatto di stabilità, Consiglio e Parlamento trovano l’accordo sulle nuove regole comuni di bilancioScholz incontra Biden e chiede di sbloccare altri aiuti all'Ucraina"2024. Un continente al bivio". Gentiloni in conferenza ad Harvard durante la missione negli Stati UnitiTorna in Europa la presidenza del G7. Passaggio di consegne a Tokio dal Giappone all'ItaliaIl primo ministro francese Attal a Berlino. Primo incontro con il cancelliere ScholzConsiglio europeo: unanimità dei 27 per altri 50 miliardi all'UcrainaFmi: l'eurozona in crescita dello 0,9% nel 2024Charles Michel porterà a termine il mandato di Presidente del Consiglio europeoLa Bce lascia i tassi invariatiGentiloni: Recovery Fund e InvestEU sono storie di successoGermania-Francia-Italia: l'Ue deve difendere le navi in transito nel mar Rosso dai pirati HouthiDavos: al WEF Macron insiste su una forte spinta agli investimenti pubblici europeiVon der Leyen, 'a marzo strategia per l'industria Ue della difesa'.L'Ue e la sua nuova governance fiscale coordinata con l'accordo sul Patto di stabilitàGabriel Attal è il nuovo Primo ministro della FranciaVisione e metodo. L'eredità europeista di Jacques DelorsCharles Michel annuncia la candidatura alle europeeTusk alla guida della Polonia. Al via il nuovo governo filo-europeistaPlenaria e Consiglio animano la settimana politica europeaPatto di stabilità: intesa rimandata al prossimo Ecofin informale straordinarioL'allargamento secondo la Commissione: l'Unione risponda all'appello della storiaRiforma dei trattati UE: il Parlamento europeo approva la risoluzioneSpagna, Sanchez resta premier: "Il governo sarà legittimo, democratico e costituzionale"Ecofin: fiducia in un prossimo accordo sul Patto di StabilitàI Ministri finanziari a Bruxelles per l'Eurogruppo di novembreLa Commissione Ue chiede i negoziati di adesione per l'Ucraina
europolitiche

Borrell: "Ue rimanga un luogo in cui i rifugiati trovano protezione e sicurezza”

21-06-2023 14:29

Europolitiche

Europolitiche, unione europea, Giornata mondiale del rifugiato, 20 giugno 2023, profughi e sfollati,

Borrell: "Ue rimanga un luogo in cui i rifugiati trovano protezione e sicurezza”

Una nota in occasione della Giornata mondiale del rifugiato, ricorrenza che ricade il 20 giugno di ogni anno.

Con una nota congiunta, la Commissione europea e l'Alto rappresentante per la politica estera, Josep Borrell, hanno ribadito l'impegno europeo all'accoglienza di sfollati e profughi in occasione della Giornata mondiale del rifugiato che si celebra ogni anno il 20 giugno.

Echeggiano sui media di tutto il mondo cifre allarmanti: sono 110 milioni  le persone  forzatamente sfollate a livello globale. 

Nella nota europea si legge che l’Unione europea continua a essere "uno dei principali donatori umanitari e allo sviluppo e a intensificare i nostri sforzi per garantire che l’Ue rimanga un luogo in cui i rifugiati trovano protezione e sicurezza”. 

L'Unione europea è attiva in Afghanistan, Siria, Venezuela, Myanmar, Yemen, Sud Sudan, Sudan, Repubblica democratica del Congo e Burkina Faso. Vengono forniti aiuti salvavita tra cui cibo, alloggio, istruzione, assistenza sanitaria e supporto per i mezzi di sussistenza. 

La nota Ue aggiunge: “Sebbene la stragrande maggioranza degli sfollati forzati si trovi al di fuori dell’Ue, l'UE sostiene milioni di rifugiati negli Stati membri. In particolare, con la guerra della Russia contro l’Ucraina, gli Stati Ue stanno ospitando circa 4 milioni di persone ucraine sotto protezione temporanea, con più della metà composta da donne e bambini”. 

 

desk@europolitiche.it

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea


instagram
twitter
whatsapp

SITO WEB REALIZZATO DA Q DIGITALY

©2021-2022 di Europolitiche.it