instagram
twitter

Iscriviti ora alla

europolitiche3
europolitiche

Newsletter

europolitiche
Ripartire dalle città. Pnrr e risorse europee per costruire nuove infrastrutture sociali e di mobilitàTransizione ecologica ed Europa dei territori. Dialogo con Rossella MuroniAccordo tra Macron e Scholz sulla "solidarietà energetica" franco-tedescaGran Bretagna: Liz Truss è la nuova premierIl Manifesto di Ventotene raccontato ai bambiniDecisioni in vista con il Consiglio straordinario sull'energiaLa missione diplomatica a Kiev guidata dal Presidente del network Eurocities NardellaGentiloni: "Serve una politica estera comune europea, superando il principio dell'unanimità"Germania : il governo Scholz al lavoro per evitare una spirale recessiva nel secondo semestre 2022Convergenze nell'incontro tra Borrell e Blinken al vertice AseanStima flash Eurostat. Gentiloni: non siamo in recessione, ma resta l'incertezza per i prossimi mesiItalia: Draghi non ha più la maggioranzaCroazia, Gentiloni: "Vostro viaggio verso l'euro e' stato straordinario"L'Europa si può rigenerare. Intervista a Gaetano SaterialeIl G7 in Germania. Energia e Ucraina al centro dei lavori.Il Consiglio europeo di giugno. Concesso status a Ucraina e Moldavia di Paesi candidatiLe Resultat des Legislatives en FranceScholz, Macron e Draghi a KievLe elezioni legislative in FranciaAccordo Ue sulla ridistribuzione dei migrantiVisita lampo della presidente Von der Leyen a KievGli scenari associati alle migrazioni globali e alle rotte verso l'Unione europeaAll'orizzonte una nuova Europa sociale con la bozza di direttiva sui salari minimi adeguatiAdottato dal Consiglio UE il sesto pacchetto di sanzioni alla RussiaIl Programma UE Med Dialogue promuove il Festival dei Cittadini del MediterraneoCon il Consiglio straordinario di fine maggio, l'UE accresce la sua sicurezza energetica ed alimentareMichel ai 27: urgente autonomia energetica ed alimentare dell'UELa strategia REPowerEU della Commissione europeaNell'UE servono ancora politiche espansive di bilancioMacron auspica la creazione di una Comunità politica europeaConsiglio Ue: intesa per stock comuni del gas prima dell'invernoL'Unione Europea con una serie di iniziative istituzionali ha celebrato il 9 maggio la giornata dell'EuropaPrimo Maggio: la festa degli europei che chedono lavoro e dignitàLa France après les élections présidentiellesGli europei tra i 40 paesi convocati dagli Stati Uniti a Ramstein. Deciso l'invio di armi pesanti all'Ucraina.
europolitiche

Friedrich Merz eletto presidente della CDU

23-01-2022 09:54

Europolitiche

Europolitiche, europolitiche, germania, merkel, merz, cdu, euopolitica,

Friedrich Merz eletto presidente della CDU

Rispetto a Merkel, più moderata, Merz ha sempre sostenuto politiche forti aspirando a spostare più a destra la CDU

Friedrich Merz è stato eletto presidente dell’Unione Cristiano-Democratica (CDU), fino alle elezioni federali dello scorso 26 settembre la principale forza politica in Germania e il partito dell’ex cancelliera Angela Merkel. Merz ha 66 anni e ha ricevuto quasi il 95 per cento delle preferenze al congresso del partito, organizzato in forma virtuale a causa della pandemia da coronavirus.

Politico di lungo coso, Merz è originario della Renania Settentrionale, è iscritto alla CDU da decenni. E' stato influente parlamentare europeo e capogruppo del partito al Bundestag, il Parlamento tedesco. Rispetto a Merkel, più moderata, Merz ha sempre sostenuto politiche forti aspirando a spostare più a destra la CDU.

Prende il posto di Armin Laschet, diventato leader della CDU appena un anno fa: aveva annunciato le proprie dimissioni dopo il deludente risultato alle elezioni in cui era candidato come cancelliere e successore di Merkel. A dicembre Merz aveva già ottenuto il maggior numero di voti in una consultazione rivolta alla base del partito.

Avvocato, imprenditore, cattolico convinto, pilota di aerei per hobby, il 66enne Friedrich Merz è nato a Brilon, nel Nord-Reno Westfalia, l’11 novembre 1955. È stato eurodeputato tra il 1989 e il 1994, membro del Bundestag tra il 1994 e il 2009 e presidente del gruppo parlamentare Cdu/Csu tra il 2000 e il 2002. Sposato e padre di tre figli, Merz è stato per anni il più autorevole critcio della gestione Merkel. Atlantista ma al contempo deciso sostenitore di una difesa europea. Contrario, su molti temi, alla retorica politicamente corretta dell'ala moderata della CDU, ha spesso attribuito l’aumento dei costi sociali all’afflusso di migranti, anche se ha comunque mantenuto numerose aperture sui temi legati ai diritti delle coppie omosessuali, compresi quelli per l’adozione.

Tornato al Bundestag alle ultime elezioni, Friedrich Merz si trova a dover tenere unito, un partito passata all'opposizione dopo 16 anni di governo. Non semplice appare il compito di recuperare ad una normale dialettica di partito, l'ala bavarese della CSU che ha espresso Armin Laschet rispetto al rivale Markus Soeder come candidato cancelliere.

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea


instagram
twitter
whatsapp

SITO WEB REALIZZATO DA Q DIGITALY

©2021-2022 di Europolitiche.it

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder