instagram
twitter

Iscriviti ora alla

europolitiche3
europolitiche

Newsletter

europolitiche
La Conferenza sull'Ucraina a ParigiLagarde: Parlamento UE guidi l'azione per rafforzare l'eurozonaDraghi all'Ecofin: "la Ue non sta al passo, dobbiamo investire a breve somme enormi pubbliche e private"Eurogruppo: anche per Lagarde e Gentiloni urgente l'Unione del mercato dei capitaliEurogruppo: Le Maire propone Unione mercati capitali su base volontariaInnovazione e buona politica nell' era ipercomplessaAI Act, nell'UE la prima legge al mondo sull’intelligenza artificialeVon der Leyen si candida per un secondo mandato alla presidenza della Commissione europeaAlexey Navalny è morto: le reazioni dei vertici Ue. Indignazione dai governi europeiPatto di stabilità, Consiglio e Parlamento trovano l’accordo sulle nuove regole comuni di bilancioScholz incontra Biden e chiede di sbloccare altri aiuti all'Ucraina"2024. Un continente al bivio". Gentiloni in conferenza ad Harvard durante la missione negli Stati UnitiTorna in Europa la presidenza del G7. Passaggio di consegne a Tokio dal Giappone all'ItaliaIl primo ministro francese Attal a Berlino. Primo incontro con il cancelliere ScholzConsiglio europeo: unanimità dei 27 per altri 50 miliardi all'UcrainaFmi: l'eurozona in crescita dello 0,9% nel 2024Charles Michel porterà a termine il mandato di Presidente del Consiglio europeoLa Bce lascia i tassi invariatiGentiloni: Recovery Fund e InvestEU sono storie di successoGermania-Francia-Italia: l'Ue deve difendere le navi in transito nel mar Rosso dai pirati HouthiDavos: al WEF Macron insiste su una forte spinta agli investimenti pubblici europeiVon der Leyen, 'a marzo strategia per l'industria Ue della difesa'.L'Ue e la sua nuova governance fiscale coordinata con l'accordo sul Patto di stabilitàGabriel Attal è il nuovo Primo ministro della FranciaVisione e metodo. L'eredità europeista di Jacques DelorsCharles Michel annuncia la candidatura alle europeeTusk alla guida della Polonia. Al via il nuovo governo filo-europeistaPlenaria e Consiglio animano la settimana politica europeaPatto di stabilità: intesa rimandata al prossimo Ecofin informale straordinarioL'allargamento secondo la Commissione: l'Unione risponda all'appello della storiaRiforma dei trattati UE: il Parlamento europeo approva la risoluzioneSpagna, Sanchez resta premier: "Il governo sarà legittimo, democratico e costituzionale"Ecofin: fiducia in un prossimo accordo sul Patto di StabilitàI Ministri finanziari a Bruxelles per l'Eurogruppo di novembreLa Commissione Ue chiede i negoziati di adesione per l'Ucraina
europolitiche

Von der Leyen : "Vogliamo l'Ucraina nell'Unione"

27-02-2022 20:17

Europolitiche

Europolitiche, europolitica, unione europea, europolitiche, Ucraina, Commissione europea, Russia, sanzioni, guerra russo-ucraina, guerra , von der leyen ,

Von der Leyen : "Vogliamo l'Ucraina nell'Unione"

Solidarietà con l'Ucraina invasa da folle oceaniche nelle piazze europee. Dura con Mosca, la Presidente Von der Leyen interpreta il sentimento generale nell'Ue

"L'Ucraina è una di noi e la vogliamo nell'Unione". Lo ha detto la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, parlando ai microfoni di Euronews. Puntuale è arrivato l'incoraggiamento al popolo ucraino: "restiamo in stretti contatti con i nostri amici ucraini. La leadership del presidente Zelensky e il suo coraggio e la resilienza del popolo ucraino sono impressionanti ed eccezionali. Sono una ispirazione".

In coerenza con le severe sanzioni economico-finanziarie del cosiddetto terzo pacchetto Ue contro la Russia, la presidente Von der Leyen ha annunciato che sarà vietata anche "la presenza in Ue della macchina mediatica del Cremlino. Russia Today e Sputnik, che sono controllate dal governo, e le testate a loro legate non potranno più diffondere le loro bugie per giustificare la guerra di Putin e creare divisioni nell'Unione. Stiamo sviluppando gli strumenti per vietare questa disinformazione tossica e dannosa in Europa".

Dura con Mosca, la Presidente Von der Leyen interpreta il sentimento generale nell'Unione in linea con gli altri vertici delle istiutuzioni europee, Sono infatti oceaniche le folle che in Europa manifestano riunite intorno alle bandiere ucraine. A Berlino si è tenuta la manifestazione più imponente con 500mila tedeschi radunati in centro per solidarizzare con gli ucraini impegnati in una strenua resistenza contro l'invasione ordinata da Vladimir Putin. Colpisce la grande solidarietà, ampiamente documentata dai media di tutto il mondo, che anima le popolazioni ai confini dell'Ucraina con tanta gente comune impegnata ad aiutare, rifocillare ed accolgiere vecchi, donne e bambini in fuga dalla minaccia della guerra. 

L'Unione europea ha addirittura disposto aiuti di strumenti ed equiaggiamento militari all'Ucraina seppur nel quadro statutario di approccio difensivo della Nato.  Ha destato clamore l'annuncio di invio di armi a Kiev del cancelliere tedesco Olaf Scholz che segna una storica discontinuità rispetto alla riluttanza dei governi di Berlino a coinvolgimenti nei conflitti, da ricondurre alla sconfitta nella seconda guerra mondiale, ad opera anche delle forze sovietiche, e alla divisione in due della Germania fino alla caduta del Muro di Berlino. L'obiettivo europeo è di sostenere concretamente la resistenza armata ucraina che, nonostante l'asimmetria delle forze in campo, promette di contrastare con ogni mezzo l'avanzata russa verso le città ucraine, Kiev su tutte.

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea


instagram
twitter
whatsapp

SITO WEB REALIZZATO DA Q DIGITALY

©2021-2022 di Europolitiche.it