instagram
twitter

Iscriviti ora alla

europolitiche3
europolitiche

Newsletter

europolitiche
Ripartire dalle città. Pnrr e risorse europee per costruire nuove infrastrutture sociali e di mobilitàTransizione ecologica ed Europa dei territori. Dialogo con Rossella MuroniAccordo tra Macron e Scholz sulla "solidarietà energetica" franco-tedescaGran Bretagna: Liz Truss è la nuova premierIl Manifesto di Ventotene raccontato ai bambiniDecisioni in vista con il Consiglio straordinario sull'energiaLa missione diplomatica a Kiev guidata dal Presidente del network Eurocities NardellaGentiloni: "Serve una politica estera comune europea, superando il principio dell'unanimità"Germania : il governo Scholz al lavoro per evitare una spirale recessiva nel secondo semestre 2022Convergenze nell'incontro tra Borrell e Blinken al vertice AseanStima flash Eurostat. Gentiloni: non siamo in recessione, ma resta l'incertezza per i prossimi mesiItalia: Draghi non ha più la maggioranzaCroazia, Gentiloni: "Vostro viaggio verso l'euro e' stato straordinario"L'Europa si può rigenerare. Intervista a Gaetano SaterialeIl G7 in Germania. Energia e Ucraina al centro dei lavori.Il Consiglio europeo di giugno. Concesso status a Ucraina e Moldavia di Paesi candidatiLe Resultat des Legislatives en FranceScholz, Macron e Draghi a KievLe elezioni legislative in FranciaAccordo Ue sulla ridistribuzione dei migrantiVisita lampo della presidente Von der Leyen a KievGli scenari associati alle migrazioni globali e alle rotte verso l'Unione europeaAll'orizzonte una nuova Europa sociale con la bozza di direttiva sui salari minimi adeguatiAdottato dal Consiglio UE il sesto pacchetto di sanzioni alla RussiaIl Programma UE Med Dialogue promuove il Festival dei Cittadini del MediterraneoCon il Consiglio straordinario di fine maggio, l'UE accresce la sua sicurezza energetica ed alimentareMichel ai 27: urgente autonomia energetica ed alimentare dell'UELa strategia REPowerEU della Commissione europeaNell'UE servono ancora politiche espansive di bilancioMacron auspica la creazione di una Comunità politica europeaConsiglio Ue: intesa per stock comuni del gas prima dell'invernoL'Unione Europea con una serie di iniziative istituzionali ha celebrato il 9 maggio la giornata dell'EuropaPrimo Maggio: la festa degli europei che chedono lavoro e dignitàLa France après les élections présidentiellesGli europei tra i 40 paesi convocati dagli Stati Uniti a Ramstein. Deciso l'invio di armi pesanti all'Ucraina.
europolitiche

All'Eurocamera primo passo verso la riforma del sistema elettorale

30-03-2022 05:47

Europolitiche

Europolitiche, europolitiche, Eurocamera, rifoma sistema elettorale, collegio unico euopeo,

All'Eurocamera primo passo verso la riforma del sistema elettorale

Primo ok della commissione Affari costituzionali alla proposta di standard elettorali minimi e creazione di un collegio elettorale unico per tutta l'Ue

Standard elettorali minimi e creazione di un collegio elettorale unico per tutta l'Unione europea. Sono questi i due assi portanti della proposta di di riforma del sistema elettorale europeo che ha avuto il via libera dalla commissione per gli Affari costituzionali dell'Eurocamera.

Con 19 voti favorevoli, 9 contrari, gli eurodeputati hanno approvato una proposta con la quale si prevede che ogni elettore abbia due voti, uno per eleggere i deputati nelle circoscrizioni nazionali e uno in una circoscrizione a livello di Unione europea.

Il testo fissa inoltre il 9 maggio come giornata di votazione europea comune in tutti gli Stati membri.

Stando alla relazione gli elenchi di candidati per le elezioni europee saranno presentati da entità elettorali europee, che potranno essere coalizioni di partiti politici nazionali o direttamente partiti politici europei. Questi elenchi dovranno rispettare la rappresentanza geografica in modo che gli Stati membri più piccoli non siano svantaggiati concorrenziali. Secondo gli standard elettorali minimi stabiliti dalla relazione ogni cittadino dell'Unione Europea con più di 18 anni dovrebbe avere il diritto di candidarsi e dovrebbe essere introdotta una soglia elettorale obbligatoria per le liste di almeno il 3,5% per i collegi con almeno 60 seggi. Previsto la parità di genere obbligatoria nelle liste di candidati. Sempre possibile infine il voto per corrispondenza, in modo che ad esempio i cittadini che risiedono in paesi extra Ue possano esercitare il proprio diritto di voto.

 

redazione@europoltiche 

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea


instagram
twitter
whatsapp

SITO WEB REALIZZATO DA Q DIGITALY

©2021-2022 di Europolitiche.it

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder