instagram
twitter

Iscriviti ora alla

europolitiche3
europolitiche

Newsletter

europolitiche
Ripartire dalle città. Pnrr e risorse europee per costruire nuove infrastrutture sociali e di mobilitàTransizione ecologica ed Europa dei territori. Dialogo con Rossella MuroniAccordo tra Macron e Scholz sulla "solidarietà energetica" franco-tedescaGran Bretagna: Liz Truss è la nuova premierIl Manifesto di Ventotene raccontato ai bambiniDecisioni in vista con il Consiglio straordinario sull'energiaLa missione diplomatica a Kiev guidata dal Presidente del network Eurocities NardellaGentiloni: "Serve una politica estera comune europea, superando il principio dell'unanimità"Germania : il governo Scholz al lavoro per evitare una spirale recessiva nel secondo semestre 2022Convergenze nell'incontro tra Borrell e Blinken al vertice AseanStima flash Eurostat. Gentiloni: non siamo in recessione, ma resta l'incertezza per i prossimi mesiItalia: Draghi non ha più la maggioranzaCroazia, Gentiloni: "Vostro viaggio verso l'euro e' stato straordinario"L'Europa si può rigenerare. Intervista a Gaetano SaterialeIl G7 in Germania. Energia e Ucraina al centro dei lavori.Il Consiglio europeo di giugno. Concesso status a Ucraina e Moldavia di Paesi candidatiLe Resultat des Legislatives en FranceScholz, Macron e Draghi a KievLe elezioni legislative in FranciaAccordo Ue sulla ridistribuzione dei migrantiVisita lampo della presidente Von der Leyen a KievGli scenari associati alle migrazioni globali e alle rotte verso l'Unione europeaAll'orizzonte una nuova Europa sociale con la bozza di direttiva sui salari minimi adeguatiAdottato dal Consiglio UE il sesto pacchetto di sanzioni alla RussiaIl Programma UE Med Dialogue promuove il Festival dei Cittadini del MediterraneoCon il Consiglio straordinario di fine maggio, l'UE accresce la sua sicurezza energetica ed alimentareMichel ai 27: urgente autonomia energetica ed alimentare dell'UELa strategia REPowerEU della Commissione europeaNell'UE servono ancora politiche espansive di bilancioMacron auspica la creazione di una Comunità politica europeaConsiglio Ue: intesa per stock comuni del gas prima dell'invernoL'Unione Europea con una serie di iniziative istituzionali ha celebrato il 9 maggio la giornata dell'EuropaPrimo Maggio: la festa degli europei che chedono lavoro e dignitàLa France après les élections présidentiellesGli europei tra i 40 paesi convocati dagli Stati Uniti a Ramstein. Deciso l'invio di armi pesanti all'Ucraina.
europolitiche

Slovenia: vince il partito di Robert Golob, sconfitto l'euroscettico Jansa

25-04-2022 22:23

Europolitiche

Europolitiche, europolitica, europolitiche, slovenia, Robert Golob, Janez Jansa, elezioni in slovenia,

Slovenia: vince il partito di Robert Golob, sconfitto l'euroscettico Jansa

Si chiude a Lubiana la stagione euroscettica del premier conservatore censurato dalla Commissione Ue per violazioni dello stato di diritto

Si chiude una stagione euroscettica in Slovenia. Domenicca 24 aprile ha vinto le elezioni politiche il Movimento Libertà (Gibanje Slovenija) di Robert Golob distanziando il Partito democratico (Sds) del premier uscente Janez Jansa, conservatore e notoriamente euroscettico in un Paese nell'Ue dal 2004 e nell'eurozona dal 2007.

Per il Partito conservatore di Jansa si tratta di una sconfitta che ha smentito i sondaggi pre-elettorali, che prevedevano invece un testa a testa con Golob. Gobob ha promesso di archiviare l'era del sovranista Jansa, noto estimatore delle politiche di Morawiecki in Polonia e di Orban, recentemente rieletto premier in Ungheria. Le politiche dell'Sds sono state più volte criticate dalla Commissione Ue per limitazioni della libertà e del pluralismo informativo. Jansa era anche assurto agli onori della cronaca, per i suoi  tweet che definivano eurodeputati attuali e passati «burattini di Soros» o di quello con cui ha recenteente anticipato la visita della presidente Ursula von der Leyen a Kiev, prima che la Commissione stessa annunciasse la delicata missione. 
Il Movimento Libertà si è attestato al 34,5% con 40 deputati su novanta, quasi 11 punti in più rispetto al 23,7% dell'Sds che scenderà a 28 deputati. Entrano in parlamento anche altri tre partiti, con il 7% i conservatori di Nova Slovenija (NSi), i Socialdemocratici (Sd) a più del 6% e la Sinistra (Levica) con 5 deputati. Fuori Uniamo la Slovenia e la Lista Marjan Sarec.

L'ingegnere Golob, specializzatosi negli Stati Uniti, ha co-fondato nel 2004 la GEN-I, di cui è rimasto presidente fino al 2021.

Membro fino al 2013 del partito Slovenia Positiva, fondato dal sindaco di Lubiana Janković. è poi passato al partito SAB di Alenka Bratušek, premier slovena dal 2013 al 2014, di cui è stato uno dei vicepresidenti.

Dopo essere stato rimosso dalla carica di presidente della GEN-I, Golob ha deciso di scalare i piani alti della politica nazionale, giungendo a candidarsi nel gennaio 2022 alla presidenza del partito verde Z.Dej, che ancora non era in parlamento, e una volta eletto presidente lo ha ribattezzato Movimento Libertà, portandolo a diventareuno spazio politico aperto per liberali, progressisti ma anche sloveni moderati delusi dall'antieuropeismo di Jansa. 

Tocca quindi a Golob cercare di formare un governo per poter diventare il primo ministro di poco più di due milioni di sloveni, un anno dopo il trentennale della dichiarazione d'indipendenza del 1991 dalla dissolta Jugoslavia. 

 

redazione @europolitiche

 

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea


instagram
twitter
whatsapp

SITO WEB REALIZZATO DA Q DIGITALY

©2021-2022 di Europolitiche.it

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder