instagram
twitter

Iscriviti ora alla

europolitiche3
europolitiche

Newsletter

europolitiche
La Conferenza sull'Ucraina a ParigiLagarde: Parlamento UE guidi l'azione per rafforzare l'eurozonaDraghi all'Ecofin: "la Ue non sta al passo, dobbiamo investire a breve somme enormi pubbliche e private"Eurogruppo: anche per Lagarde e Gentiloni urgente l'Unione del mercato dei capitaliEurogruppo: Le Maire propone Unione mercati capitali su base volontariaInnovazione e buona politica nell' era ipercomplessaAI Act, nell'UE la prima legge al mondo sull’intelligenza artificialeVon der Leyen si candida per un secondo mandato alla presidenza della Commissione europeaAlexey Navalny è morto: le reazioni dei vertici Ue. Indignazione dai governi europeiPatto di stabilità, Consiglio e Parlamento trovano l’accordo sulle nuove regole comuni di bilancioScholz incontra Biden e chiede di sbloccare altri aiuti all'Ucraina"2024. Un continente al bivio". Gentiloni in conferenza ad Harvard durante la missione negli Stati UnitiTorna in Europa la presidenza del G7. Passaggio di consegne a Tokio dal Giappone all'ItaliaIl primo ministro francese Attal a Berlino. Primo incontro con il cancelliere ScholzConsiglio europeo: unanimità dei 27 per altri 50 miliardi all'UcrainaFmi: l'eurozona in crescita dello 0,9% nel 2024Charles Michel porterà a termine il mandato di Presidente del Consiglio europeoLa Bce lascia i tassi invariatiGentiloni: Recovery Fund e InvestEU sono storie di successoGermania-Francia-Italia: l'Ue deve difendere le navi in transito nel mar Rosso dai pirati HouthiDavos: al WEF Macron insiste su una forte spinta agli investimenti pubblici europeiVon der Leyen, 'a marzo strategia per l'industria Ue della difesa'.L'Ue e la sua nuova governance fiscale coordinata con l'accordo sul Patto di stabilitàGabriel Attal è il nuovo Primo ministro della FranciaVisione e metodo. L'eredità europeista di Jacques DelorsCharles Michel annuncia la candidatura alle europeeTusk alla guida della Polonia. Al via il nuovo governo filo-europeistaPlenaria e Consiglio animano la settimana politica europeaPatto di stabilità: intesa rimandata al prossimo Ecofin informale straordinarioL'allargamento secondo la Commissione: l'Unione risponda all'appello della storiaRiforma dei trattati UE: il Parlamento europeo approva la risoluzioneSpagna, Sanchez resta premier: "Il governo sarà legittimo, democratico e costituzionale"Ecofin: fiducia in un prossimo accordo sul Patto di StabilitàI Ministri finanziari a Bruxelles per l'Eurogruppo di novembreLa Commissione Ue chiede i negoziati di adesione per l'Ucraina
europolitiche

I prezzi del gas : trattative per un compromesso tra gli Stati Ue

30-09-2022 13:22

Europolitiche

Europolitiche, italia, germania, Francia, Draghi, Commissione europea, Russia, gas, price cap, prezzo del gas,

I prezzi del gas : trattative per un compromesso tra gli Stati Ue

La Commissione annuncia tre ipotesi negoziali a fronte di una richiesta di price cap generalizzato di 15 stati membri su 27

nell'ultima settimana di settembre, le diplomazie europee sono al lavoro sulla cruciale questione del prezzo di acquisto del gas dei Paesi membri. Crocevia delle trattatvie, la Commissione europea.

Si è registrata la novità della lettera ufficiale indirizzata all'esecutivo Ue di 15 stati finora, compresa Italia, Francia, Spagna e Polonia, che hanno chiesto il Price Cap generalizzato e che non sembrano intenzionati a desistere davanti alle manovre temporeggiatrici della Commissione. Con la reticenza all'ipotesi di fissare un tetto al prezzo del gas generalizzato per tutte le forniture, la Commissione rischia dunque di entrare in rotta di collisione con la maggioranza degli Stati membri.

 

Le proposte dell'esecutivo Ue in campo

 

La Commisisone guidata da Von der Leyen ha presentato un documento informale ("non paper") che ipotizza una base negoziale limitata al price cap delle forniture di gas russo. Le forniture di Mosca ai Paesi Ue sono diventate residuali nell'approvvigionamento dell'Ue, rappresentando oggi il 9% delle importazioni rispetto al 40% dell'anno scorso.

In più, la Commissione ha annunciato altre due proposte. La prima è quella di elaborare e lanciare un nuovo indicatore del mercato del gas, che verrebbe affiancato al Ttf di Amsterdam, e sarebbe dedicato specificamente al Gnl (gas naturale liquefatto) con lo scopo di slegare quest’ultima fornitura dai rincari del gas dovuti alle manipolazioni di Gazprom.

La seconda proposta, completamente nuova, è quella di imporre un tetto al prezzo del gas usato per generare elettricità. In sostanza questo sistema comporterebbe un prezzo amministrato ma ottenuto attraverso un intervento pubblico che peserebbe sui bilanci degli Stati membri.  In pratica sarebbe il sistema elettrico nazionale di ogni paese a farsi carico di pagare la differenza fra il prezzo di mercato del gas e quello imposto con il "price cap". 

 

Lo scuso eneregetico della Germania e l'unità europea da ricercare.

 

Il Governo di Berlino ha intanto annuciato l'adozione di uno scudo da 200miliardi di eruo contro gli aumenti energetici.

La reazione del Governo italiano, agli ultimi giorni di esercizio con Mario Draghi premier non si è fatta attendere, a fronte di un più diplomatico silenzio francese.  "Non possiamo dividerci a seconda dello spazio nei nostri bilanci nazionali, serve solidarietà", ha avvertito il premier Mario Draghi.

Da qui al vertice dei leader a Praga e quindi al Consiglio europeo di fine ottobre a Bruxelles, la strada per l'unità europea sarà quindi tutta ancora da percorrere.

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea


instagram
twitter
whatsapp

SITO WEB REALIZZATO DA Q DIGITALY

©2021-2022 di Europolitiche.it