instagram
twitter

Iscriviti ora alla

europolitiche3
europolitiche

Newsletter

europolitiche
La Conferenza sull'Ucraina a ParigiLagarde: Parlamento UE guidi l'azione per rafforzare l'eurozonaDraghi all'Ecofin: "la Ue non sta al passo, dobbiamo investire a breve somme enormi pubbliche e private"Eurogruppo: anche per Lagarde e Gentiloni urgente l'Unione del mercato dei capitaliEurogruppo: Le Maire propone Unione mercati capitali su base volontariaInnovazione e buona politica nell' era ipercomplessaAI Act, nell'UE la prima legge al mondo sull’intelligenza artificialeVon der Leyen si candida per un secondo mandato alla presidenza della Commissione europeaAlexey Navalny è morto: le reazioni dei vertici Ue. Indignazione dai governi europeiPatto di stabilità, Consiglio e Parlamento trovano l’accordo sulle nuove regole comuni di bilancioScholz incontra Biden e chiede di sbloccare altri aiuti all'Ucraina"2024. Un continente al bivio". Gentiloni in conferenza ad Harvard durante la missione negli Stati UnitiTorna in Europa la presidenza del G7. Passaggio di consegne a Tokio dal Giappone all'ItaliaIl primo ministro francese Attal a Berlino. Primo incontro con il cancelliere ScholzConsiglio europeo: unanimità dei 27 per altri 50 miliardi all'UcrainaFmi: l'eurozona in crescita dello 0,9% nel 2024Charles Michel porterà a termine il mandato di Presidente del Consiglio europeoLa Bce lascia i tassi invariatiGentiloni: Recovery Fund e InvestEU sono storie di successoGermania-Francia-Italia: l'Ue deve difendere le navi in transito nel mar Rosso dai pirati HouthiDavos: al WEF Macron insiste su una forte spinta agli investimenti pubblici europeiVon der Leyen, 'a marzo strategia per l'industria Ue della difesa'.L'Ue e la sua nuova governance fiscale coordinata con l'accordo sul Patto di stabilitàGabriel Attal è il nuovo Primo ministro della FranciaVisione e metodo. L'eredità europeista di Jacques DelorsCharles Michel annuncia la candidatura alle europeeTusk alla guida della Polonia. Al via il nuovo governo filo-europeistaPlenaria e Consiglio animano la settimana politica europeaPatto di stabilità: intesa rimandata al prossimo Ecofin informale straordinarioL'allargamento secondo la Commissione: l'Unione risponda all'appello della storiaRiforma dei trattati UE: il Parlamento europeo approva la risoluzioneSpagna, Sanchez resta premier: "Il governo sarà legittimo, democratico e costituzionale"Ecofin: fiducia in un prossimo accordo sul Patto di StabilitàI Ministri finanziari a Bruxelles per l'Eurogruppo di novembreLa Commissione Ue chiede i negoziati di adesione per l'Ucraina
europolitiche

Commissione Ue: congelati 7,5 miliardi all’Ungheria. Servono 17 misure per ripristinare lo stato di diritto

01-12-2022 14:43

Europolitiche

Europolitiche, fondi europei, Commissione europea, Von der Leyen, coesione, fondi per la coesione, Orban, riforme correttive dell'Ungheria,

Commissione Ue: congelati 7,5 miliardi all’Ungheria. Servono 17 misure per ripristinare lo stato di diritto

la proposta è di sospendere il 65% degli impegni finanziari (pari a 7,5 mld di euro) per tre programmi operativi nell’ambito della politica di coesione

La Commissione europea ha presentato all’Ungheria una valutazione nell’ambito della procedura di condizionalità, ritenendo che, “nonostante le misure adottate, permanga un rischio per il bilancio dell’Ue, dato che le misure correttive che devono ancora essere realizzate sono di natura strutturale e orizzontale”. È quanto è emerso da una conferenza stampa svoltasi il 30 novembre a Bruxelles.. Pertanto la Commissione “ritiene che l’Ungheria non abbia compiuto progressi sufficienti nelle sue riforme e debba raggiungere tappe fondamentali per i suoi fondi per la ripresa e la resilienza”.

Inoltre la Commissione, dopo aver garantito “l’inclusione di tappe fondamentali in materia di indipendenza della magistratura e tutela del bilancio dell’Ue, ha comunuqe deciso di approvare il piano ungherese per la ripresa e la resilienza, a condizione della piena ed effettiva attuazione delle tappe fondamentali richieste”. Infatti, nel Pnrr, “al fine di risolvere le violazioni che mettono a rischio il bilancio dell’Ue, l’Ungheria si è impegnata ad adottare 17 misure correttive, insieme ad altre riforme dello Stato di diritto relative all’indipendenza della magistratura”. In sostanza la Commissione congela il 65% degli impegni finanziari per tre programmi operativi nell’ambito della politica di coesione per un importo di 7,5 miliardi.

Sarà comunuqe il Consiglio dei ministri Ue, a pronunciarsi nelle prossime settimane in relazione alla proposta di sospensione dei fondi all'Ungheria avanzata dell'esecutivo guidato dalla Von der Leyen..

 

Board@europolitiche.it

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea


instagram
twitter
whatsapp

SITO WEB REALIZZATO DA Q DIGITALY

©2021-2022 di Europolitiche.it