instagram
twitter

Sign up now to

europolitiche3
europolitiche

Newsletter

europolitiche
EU leaders meet to discuss top jobsL'Université Paris 1 Panthéon Sorbonne a décerné le DHC à Sofia CorradiThe VI Conference and Summer School in Ventotene was held from 9 to 14 JuneThe 50th G7 summit in ItalyEU hits Chinese EVs with tariffsDedicato ad Eugenio Colorni, il quinto appuntamento dei Dialoghi Europei. Europolitiche a Roma con la Fondazione Buozzi e l'Istituto SpinelliEuropean election 2024: Live results and analysisJoe Biden effectue depuis mercredi une visite de cinq jours en FranceECB lowered its key deposit rate to 3.75%, in its first interest rate cut since 2019Marco Buti agli European Dialogues di EuropoliticheMacron and Scholz: all Europeans want a stronger EU in the worldEuropolitiche : Marco Buti guest at the European Dialogues in FlorenceSteinmeier welcomes Macron to Berlin: "We need an alliance of democrats in Europe"Europolitiche: nuovo appuntamento con gli European Dialogues a FirenzeGli European Dialogues del maggio fiorentino di EuropoliticheUK PM Sunak calls surprise July electionMacron to meet German president in first state visit in 24 yearsG7 Finance Meeting in Stresa from 23 to 25 May"L'Europa avvincente": cinque esperti e il loro saggio agli incontri fiorentini di EuropoliticheLagarde: “A genuine capital markets union is needed”.EU: we aim to fill the gap in industrial policies for the development of Artificial IntelligenceChiara Bini a Firenze al nostro ciclo di incontri di cultura politicaEurope profoundly shocked by shooting of Robert FicoSpring 2024 Economic Forecast: A gradual expansion amid high geopolitical risksVentotene: l'isola che diventò continente. Chiara Bini dialoga con Francesca MercantiHappy Europe Day 2024A May of meetings and book presentations in Florence with EuropoliticheUn maggio di incontri a Firenze con EuropoliticheChinese President Xi Jimping completed a two-day state visit to ParisThousands of Georgians have taken to the streets of Tibilisi and are waving EU flags against the governmentSpain, Sanchez : “I have decided to go on, if possible even stronger as prime minister"French President Macron's speech on the EUNew EU fiscal rules approved by MEPsLetta presents the report on the future of the Single Market. The EU awaits Draghi's report in JuneParliament adopts reform of the EU electricity market
europolitiche

European election 2024: Live results and analysis

10-06-2024 18:03

Europolitiche

Europolitiche, Macro/Scenari, Ursula Von der Leyen, PSE, elezioni europee, 8 e 9 giugno 2024, european elections, june 2024, 8 AND 9, COALIZIONE URSULA, mACRON fRANCIA, Scholz germania, Le Pen Afd, PPE EPP, socuialisti europei, socialisti e democratici,

European election 2024: Live results and analysis

Le elezioni europee dell'8 e 9 giugno, nonostante gli scossoni in Francia e Germania, assegnano seggi in grado da confermare la possibile coalizione Ursula 2.

EN - The European elections in June confirm pro-European forces at the helm of the European Union. The right is growing in important countries but not enough to impose a new conservative majority. Once again the European People's Party came first and the Socialists second

 

 

IT - Le elezioni europee di giugno confermano le forze europeiste alla guida dell'Unione europea. Le destre crescono in Paesi importanti ma non tanto da imporre una nuova maggioranza conservatrice.  Ancora una volta primi i popolari europei, ai quali andrà la presidenza della nuova Commissione. Come seconda forza parlamentare confermati i socialisti.
 

Le decime elezioni parlamentari della storia dell'Unione europea si sono svolte in questo giugno del 2024 all'insegna di una dialettica politica molto accesa anche se spesso declinata sulle contrapposizioni nazionali. In ballo temi di fondo e sfide che la contemporaneità sta ponendo, con una guerra al confine e un complessivo riposizionamento economico da impostare, a politici e statisti europei. Il livello transnazionale del confronto è stato meno incidente rispetto alle dinamiche di contrapposizione interne ai 27 Paesi membri. In questa prospettiva, gli esiti del voto investono due livelli analitici adottabili in base ai quali emergono due riflessioni: la prima è che questa tornata elettorale sostanzialmente non cambia gli equilibri di composizione dell'emiciclo in termini aggregati, la seconda investe la portata, per esempio in Consiglio europeo, dei grossi scossoni nella politica interna di alcuni Stati membri di rilievo, in particolare nel cosiddetto cuore carolingio dell'Unione. 

Elettori severi con i governi a Parigi e Berlino

In Francia, il presidente Macron ha preso atto della vittoria a queste europee del Rassemblement National di Marie Le Pen, al 32 %, che ha doppiato la sua Renaissance ferma al 15% e ha indetto elezioni politiche già per fine giugno e ballottaggio a luglio. 

In Germania, la Spd del cancelliere Scholz è giunta clamorosamente terza tra i partiti tedeschi, raccogliendo solo il 13,9% dei voti. Più voti della Spd hanno raccolto, con il 15,9%, addirittura i neonazisti di Afd mentre è risalita al 30% la Cdu/Csu. Gli eredi politici della Merkel sono la formazione che da le carte da sempre nel Partito popolare europeo, all'opposizione in Germania da quando socialdemocratici, verdi e liberali hanno formato il governo Scholz alla fine del 2021.

Conferme in Spagna, in Italia e in Polonia

In Spagna i socialisti che esprimono il premier Sanchez hanno tenuto elettoralmente. Il Psoe si è infatti attestato solo quattro punti dietro i  Popolari, stavolta primi con il 34 %. dei consensi. L'impatto sulla politica interna è ancora tutto da valutare. 

In Italia la bipolarizzazione del quadro politico ha premiato sia Fratelli d'Italia della premier di destra Giorgia Meloni, al 28,8 %, che il Partito Democratico. rinnovato da Elly Schlein. e salito al 24 %, al punto da poter primeggiare nel suo gruppo europeo di riferimento. 

In Polonia la Coalizione civica, i del premier Tusk ha ottenuto il 37 % dei voti e i suoi eletti aderiranno al Partito popolare europeo. Un risultato che pone fine in Polonia a un decennio di vittorie del partito nazionalista Diritto e Giustizia (PiS) di Kaczynski, comunque giunto per poco secondo.

Il quadro parlamentare generale.

Alla luce dei risultati di queste elezioni, i Popolari europei possono contare su 185 seggi (9 in più), affermandosi in modo ancora più deciso come prima forza al Parlamento Europeo. Giudicata importante la tenuta dei socialdemocratici con ben 137 seggi (-2). Calano i liberali di Renew con 80 (-22) sebben interessati a restare influenti nel governo dell'Unione ovvero la commissione prossima ventura.

Con l'affermazione della famiglia politica dei cristiano popolari, esce consolidata la candidatura della presidente uscente Ursula von der Leyen alla guida della una nuova Commissione. Sarà da valutare quali forze vorrà aggregare per tornare a Palazzo Berlaymont. A margine del voto, Ursula von der Leyen ha dichiarato: “Oggi è un grande giorno per il Ppe, abbiamo vinto le elezioni e siamo un’ancora di stabilità“ e si è riproposta di riprendere contatti con S&D e Renew Europe, commentando: "abbiamo lavorato bene insieme negli ultimi cinque anni e costruiremo una relazione di fiducia”.

 

Antonio De Chiara @europolitiche.it

 

 

Cross-media in Italian on the policies of European institutions and governments of European Union countries

Cross-media in Italian on the policies of European institutions and governments of European Union countries


instagram
twitter
whatsapp

WEBSITE CREATED BY Q DIGITALY

©2021-2022 di Europolitiche.it