instagram
twitter

Iscriviti ora alla

europolitiche3
europolitiche

Newsletter

europolitiche
La Conferenza sull'Ucraina a ParigiLagarde: Parlamento UE guidi l'azione per rafforzare l'eurozonaDraghi all'Ecofin: "la Ue non sta al passo, dobbiamo investire a breve somme enormi pubbliche e private"Eurogruppo: anche per Lagarde e Gentiloni urgente l'Unione del mercato dei capitaliEurogruppo: Le Maire propone Unione mercati capitali su base volontariaInnovazione e buona politica nell' era ipercomplessaAI Act, nell'UE la prima legge al mondo sull’intelligenza artificialeVon der Leyen si candida per un secondo mandato alla presidenza della Commissione europeaAlexey Navalny è morto: le reazioni dei vertici Ue. Indignazione dai governi europeiPatto di stabilità, Consiglio e Parlamento trovano l’accordo sulle nuove regole comuni di bilancioScholz incontra Biden e chiede di sbloccare altri aiuti all'Ucraina"2024. Un continente al bivio". Gentiloni in conferenza ad Harvard durante la missione negli Stati UnitiTorna in Europa la presidenza del G7. Passaggio di consegne a Tokio dal Giappone all'ItaliaIl primo ministro francese Attal a Berlino. Primo incontro con il cancelliere ScholzConsiglio europeo: unanimità dei 27 per altri 50 miliardi all'UcrainaFmi: l'eurozona in crescita dello 0,9% nel 2024Charles Michel porterà a termine il mandato di Presidente del Consiglio europeoLa Bce lascia i tassi invariatiGentiloni: Recovery Fund e InvestEU sono storie di successoGermania-Francia-Italia: l'Ue deve difendere le navi in transito nel mar Rosso dai pirati HouthiDavos: al WEF Macron insiste su una forte spinta agli investimenti pubblici europeiVon der Leyen, 'a marzo strategia per l'industria Ue della difesa'.L'Ue e la sua nuova governance fiscale coordinata con l'accordo sul Patto di stabilitàGabriel Attal è il nuovo Primo ministro della FranciaVisione e metodo. L'eredità europeista di Jacques DelorsCharles Michel annuncia la candidatura alle europeeTusk alla guida della Polonia. Al via il nuovo governo filo-europeistaPlenaria e Consiglio animano la settimana politica europeaPatto di stabilità: intesa rimandata al prossimo Ecofin informale straordinarioL'allargamento secondo la Commissione: l'Unione risponda all'appello della storiaRiforma dei trattati UE: il Parlamento europeo approva la risoluzioneSpagna, Sanchez resta premier: "Il governo sarà legittimo, democratico e costituzionale"Ecofin: fiducia in un prossimo accordo sul Patto di StabilitàI Ministri finanziari a Bruxelles per l'Eurogruppo di novembreLa Commissione Ue chiede i negoziati di adesione per l'Ucraina
europolitiche

Martedi nero in Francia per gli scioperi contro la riforma delle pensioni

07-03-2023 12:53

Europolitiche

Europolitiche, Macron, Francia , scioperi, riforma delle pensioni, pensioni francia, governo Borne, sindacati francesi, CGT, europolitiche martedi 6 febbraio,

Martedi nero in Francia per gli scioperi contro la riforma delle pensioni

Sesta giornata di protesta contro la riforma del governo Borne che dovrebbe portare a 64 anni l'età minima per lasciare il lavoro, rispetto ai 62 attuali.

La Francia si è fermata nuovamente martedi 7 febbraio per la sesta giornata di protesta contro la riforma delle pensioni del governo Borne che dovrebbe portare a 64 anni l'età minima per lasciare il lavoro, rispetto ai 62 attuali. Un vero e proprio martedi nero con una prova di forza molto impattante sul più generale funzionamento del Paese mentre Il governo va avanti e continua con l'approvazione in Senato, articolo dopo articolo, della contestata riforma

 

Macron vuole la riforma, Borne mira a farla approvare presto in Senato

Emmanuel Macron ha legato alla riforma pensionistica il destino stesso del suo secondo mandato. Dal canto suo, la prima ministra Elisabeth Borne ha difeso la riforma che, a suo dire,  garantirà la sostenibilità di "uno dei pilastri del nostro modello sociale".

Oltre l'innalzamento dell’età pensionabile da 62 a 64 anni entro il 2030 sla riforma prevede l'incremento dell'età contributiva da 42 a 43 anni per poter ricevere una pensione completa a partire dal 2027; aumento a 1.200 euro mensili delle pensioni minime. Un quarto dei pensionati in Francia rientra inoltre nei regimi speciali che la riforma prevede di estinguere..

 

L'obiettivo dei sindacati francesi e l'impatto degli sciperi

I sindacati intendono paralizzare il la Francia a pochi giorni dalla probabile adozione della controversa riforma in Senato. Fermi tutti i principali settori produttivi: dai trasporti alle centrali elettriche.

Il rifornimento di carburante risente della sospensione delle attività delle raffinerie, alcune delle quali chiuse per scioperi. Le spedizioni di carburante sono state bloccate all'uscita da "tutte le raffinerie" in Francia (TotalEnergies, Esso-ExxonMobil e Petroineos), secondo fonti del sindacato dei chimici della CGT.

Alle Ferrovie francesi (la SNCF), dove lo sciopero è iniziato lunedì alle 19, l'80% dei TGV è stato cancellato. Gli utenti della metropolitana di Parigi, viaggiano regolarmente solo con le linee 1 e 14 della metropolitana (senza conducente), il resto della rete è molto perturbato.

Nel settore aereo, cancellati tra il 20 e il 30% dei voli delle principali compagnie tra martedì e mercoledì in previsione dello sciopero dei controllori di volo.

Nel comparto scuola il 60% degli insegnanti di primo grado ha aderito allo sciopero, secondo lo Snuipp-Fsu, il primo sindacato delle primarie.

La raccolta dei rifiuti a Parigi è ferma nei dieci arrondissement in gestione comunale con "diverse migliaia di tonnellate di rifiuti domestici" non raccolte. Sono inattivi, a causa degli sciperi, ben tre inceneritori.

 

desk@europolitiche.it

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea


instagram
twitter
whatsapp

SITO WEB REALIZZATO DA Q DIGITALY

©2021-2022 di Europolitiche.it