instagram
twitter

Iscriviti ora alla

europolitiche3
europolitiche

Newsletter

europolitiche
La Conferenza sull'Ucraina a ParigiLagarde: Parlamento UE guidi l'azione per rafforzare l'eurozonaDraghi all'Ecofin: "la Ue non sta al passo, dobbiamo investire a breve somme enormi pubbliche e private"Eurogruppo: anche per Lagarde e Gentiloni urgente l'Unione del mercato dei capitaliEurogruppo: Le Maire propone Unione mercati capitali su base volontariaInnovazione e buona politica nell' era ipercomplessaAI Act, nell'UE la prima legge al mondo sull’intelligenza artificialeVon der Leyen si candida per un secondo mandato alla presidenza della Commissione europeaAlexey Navalny è morto: le reazioni dei vertici Ue. Indignazione dai governi europeiPatto di stabilità, Consiglio e Parlamento trovano l’accordo sulle nuove regole comuni di bilancioScholz incontra Biden e chiede di sbloccare altri aiuti all'Ucraina"2024. Un continente al bivio". Gentiloni in conferenza ad Harvard durante la missione negli Stati UnitiTorna in Europa la presidenza del G7. Passaggio di consegne a Tokio dal Giappone all'ItaliaIl primo ministro francese Attal a Berlino. Primo incontro con il cancelliere ScholzConsiglio europeo: unanimità dei 27 per altri 50 miliardi all'UcrainaFmi: l'eurozona in crescita dello 0,9% nel 2024Charles Michel porterà a termine il mandato di Presidente del Consiglio europeoLa Bce lascia i tassi invariatiGentiloni: Recovery Fund e InvestEU sono storie di successoGermania-Francia-Italia: l'Ue deve difendere le navi in transito nel mar Rosso dai pirati HouthiDavos: al WEF Macron insiste su una forte spinta agli investimenti pubblici europeiVon der Leyen, 'a marzo strategia per l'industria Ue della difesa'.L'Ue e la sua nuova governance fiscale coordinata con l'accordo sul Patto di stabilitàGabriel Attal è il nuovo Primo ministro della FranciaVisione e metodo. L'eredità europeista di Jacques DelorsCharles Michel annuncia la candidatura alle europeeTusk alla guida della Polonia. Al via il nuovo governo filo-europeistaPlenaria e Consiglio animano la settimana politica europeaPatto di stabilità: intesa rimandata al prossimo Ecofin informale straordinarioL'allargamento secondo la Commissione: l'Unione risponda all'appello della storiaRiforma dei trattati UE: il Parlamento europeo approva la risoluzioneSpagna, Sanchez resta premier: "Il governo sarà legittimo, democratico e costituzionale"Ecofin: fiducia in un prossimo accordo sul Patto di StabilitàI Ministri finanziari a Bruxelles per l'Eurogruppo di novembreLa Commissione Ue chiede i negoziati di adesione per l'Ucraina
europolitiche

Il primo ministro francese Attal a Berlino. Primo incontro con il cancelliere Scholz

06-02-2024 19:08

Europolitiche

Europolitiche, germania, Olaf Scholz, Francia, Francia e Germania, gabriel attal,

Il primo ministro francese Attal a Berlino. Primo incontro con il cancelliere Scholz

Energia, industria, commercio extra-Ue, difesa, sono i molteplici dossier in verifica

Si è tenuta la prima visita di Gabriel Attal a Berlino dedicata “all’importante amicizia franco-tedesca”. Giunto in Germania, lunedi 5 febbraio il primo ministro francese ha incontrato il cancelliere tedesco Olaf Scholz. Seguirà a maggio, la visita ufficiale di Stato del Presidente Emmanuel Macron. 

La decennale seppur altalenante intesa franco-tedesca, segna nelle relazioni speciali fra i vertici istituzionali il grado di avanzamento del progetto di integrazione europea. Energia, industria, commercio extra-Ue, difesa, sono i molteplici i dossier in verifica nel quadro della speciale relazione bilaterale alla quale, non più tardi di ottobre del 2023, l'allora primo ministro Borne e il cancelliere Scholz avevano già dedicato una due giorni di dialogo.  

Attal ha rilasciato dichiarazioni all'insegna della valorizzazione e della conferma del legame tra Francia e Germania, basata, secondo il premier francese, sulla “volontà di costruire, di parlare per capirci meglio”.

Sull'energia è noto che le politiche di Francia e Germania sono disallineate: Parigi non arretra sul ricorso al nucleare, mentre a Berlino non se ne sente nemmeno parlare da anni, dopo la nota denuclearizzazione del Paese. 

E' invece decisamente condiviso il percorso di incentivare le industrie francesi e tedesche e metterle a capo di un processo di riconversione che, abbandonando gli estremismi antitrust intra-Ue, dia slancio alle produzioni in base alle due transizioni, una digitale, l'altra ecologica, in cui si è articolata la strategia della Commissione europea guidata da Ursula von der Leyen e prevedibilmente anche la prossima.  

Su come approcciare le politiche commerciali sono apparse confermate le diverse visioni, in particolare sull'accordo commerciale UE-Mercosur, il più rilevante mai negoziato ed in cantiere dal 1999. La Germania è da sempre favorevole, mentre per la Francia, scettica, l'accordo così com’è non può essere approvato, anche perchè Parigi vuole le clausole specchio, che estende a ogni firmatario standard socio-ambientali dell'Unione.

Per quanto riguarda Il dialogo sulla difesa europea resta centrale lo sviluppo del Future Combat Air System (FCAS), un programma europeo di jet da combattimento tra la francese Dassault Aviation, la tedesca Airbus e la spagnola Indra Sistemas.

 

redazione @europolitiche.it

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea


instagram
twitter
whatsapp

SITO WEB REALIZZATO DA Q DIGITALY

©2021-2022 di Europolitiche.it