instagram
twitter

Iscriviti ora alla

europolitiche3
europolitiche

Newsletter

europolitiche
La Conferenza sull'Ucraina a ParigiLagarde: Parlamento UE guidi l'azione per rafforzare l'eurozonaDraghi all'Ecofin: "la Ue non sta al passo, dobbiamo investire a breve somme enormi pubbliche e private"Eurogruppo: anche per Lagarde e Gentiloni urgente l'Unione del mercato dei capitaliEurogruppo: Le Maire propone Unione mercati capitali su base volontariaInnovazione e buona politica nell' era ipercomplessaAI Act, nell'UE la prima legge al mondo sull’intelligenza artificialeVon der Leyen si candida per un secondo mandato alla presidenza della Commissione europeaAlexey Navalny è morto: le reazioni dei vertici Ue. Indignazione dai governi europeiPatto di stabilità, Consiglio e Parlamento trovano l’accordo sulle nuove regole comuni di bilancioScholz incontra Biden e chiede di sbloccare altri aiuti all'Ucraina"2024. Un continente al bivio". Gentiloni in conferenza ad Harvard durante la missione negli Stati UnitiTorna in Europa la presidenza del G7. Passaggio di consegne a Tokio dal Giappone all'ItaliaIl primo ministro francese Attal a Berlino. Primo incontro con il cancelliere ScholzConsiglio europeo: unanimità dei 27 per altri 50 miliardi all'UcrainaFmi: l'eurozona in crescita dello 0,9% nel 2024Charles Michel porterà a termine il mandato di Presidente del Consiglio europeoLa Bce lascia i tassi invariatiGentiloni: Recovery Fund e InvestEU sono storie di successoGermania-Francia-Italia: l'Ue deve difendere le navi in transito nel mar Rosso dai pirati HouthiDavos: al WEF Macron insiste su una forte spinta agli investimenti pubblici europeiVon der Leyen, 'a marzo strategia per l'industria Ue della difesa'.L'Ue e la sua nuova governance fiscale coordinata con l'accordo sul Patto di stabilitàGabriel Attal è il nuovo Primo ministro della FranciaVisione e metodo. L'eredità europeista di Jacques DelorsCharles Michel annuncia la candidatura alle europeeTusk alla guida della Polonia. Al via il nuovo governo filo-europeistaPlenaria e Consiglio animano la settimana politica europeaPatto di stabilità: intesa rimandata al prossimo Ecofin informale straordinarioL'allargamento secondo la Commissione: l'Unione risponda all'appello della storiaRiforma dei trattati UE: il Parlamento europeo approva la risoluzioneSpagna, Sanchez resta premier: "Il governo sarà legittimo, democratico e costituzionale"Ecofin: fiducia in un prossimo accordo sul Patto di StabilitàI Ministri finanziari a Bruxelles per l'Eurogruppo di novembreLa Commissione Ue chiede i negoziati di adesione per l'Ucraina
europolitiche

Gabriel Attal è il nuovo Primo ministro della Francia

09-01-2024 22:36

Europolitiche

Europolitiche, Francia, emmanuel macron, Eliseo, gabriel attal,

Gabriel Attal è il nuovo Primo ministro della Francia

Il 34enne è stato designato martedi 9 gennaio dal Presidente Macron

Martedi 9 gennaio il 34enne Gabriel Attal è stato designato dal Presidente Macron Primo ministro della Francia martedi 9 gennaio.  

Il nuovo governo sostituisce quello della sessantaduenne Elisabeth Borne , che lunedi 8 ha rassegnato le sue dimissioni dopo due anni di incarico.

 Il presidente Emmanuel Macron,  nella  mattinata del 9 gennaio ha parlato per circa due ore con Attal, ministro dell'istruzione con Borne, e si è rivolto direttamente a lui in un tweet pubblicato pochi minuti dopo l'annuncio ufficiale: "So di poter contare sulla tua energia e sul tuo impegno per realizzare il progetto di rilancio e rigenerazione che ho annunciato. In linea con lo spirito del 2017: superare e osare. Al servizio della Nazione e del popolo francese".

Figlio di un produttore cinematografico, Attal debuttò in politica a 17 anni nelle file dei giovani sostenitori di Dominique Strauss Kahn, ex peso massimo della sinistra caduto in disgrazia dopo essere stato arrestato per violenza sessuale nel 2012 a New York.  Fu poi uno dei primi socialisti a seguire Macron nel 2016 nel partito che allora si chiamava En Marche! Nel 2020 guadagnò grande popolarità come portavoce del governo durante la pandemia da Covid-19. Nel governo Borne è stato prima ministro del Bilancio e poi dell'Istruzione. Attal  ha  vietato l'abito musulmano abaya nelle scuole pubbliche. Ha anche promosso un piano per sperimentare le uniformi in alcune scuole pubbliche, come misura di contrasto al bullismo. Di recente aveva raccontato alla televisione nazionale TF1 di aver subito proprio atti di bullismo alle scuole medie, e tra questi molestie omofobe.

La nomina di Attal non prelude a un cambiamento sostanziale nelle scelte politiche, ma l'avvicendamento potrebbe permettere a Macron di rinfrescare la propria immagine in vista delle elezioni europee di giugno e di lasciarsi alle spalle le impopolari riforme delle pensioni e dell'immigrazione. I sondaggi attualmente mostrano Rassemblement National, il  partito di destra radicale di Marine Le Pen, in vantaggio di 8-10 punti percentuali sulla formazione fondata dall'attuale presidente, Renaissance. 

Nel pomeriggio all'Hôtel de Matignon, sede e residenza del Primo Ministro, si è tenuta la cerimonia del passaggio di consegne con Borne. Attal ha detto nel suo discorso: "Ho potuto leggere e sentire: il più giovane presidente della Repubblica della storia nomina il più giovane primo ministro della storia. Voglio considerarlo un segno di coraggio e di dinamismo. È anche, e forse soprattutto, di fiducia nei giovani". Ha aggiunto che tra i suoi obiettivi c'è quello di rendere la sicurezza una "priorità assoluta" e di promuovere i valori di "autorevolezza e rispetto degli altri". Ha anche promesso di rafforzare i servizi pubblici, tra cui le scuole e il sistema sanitario, e di impegnarsi per "controllare meglio l'immigrazione".

Borne ha difeso il suo governo: "Ho mantenuto saldamente la rotta stabilita dal presidente della Repubblica", ha detto prima di congedarsi con un appello alle donne: "Il futuro appartiene a voi".

 

staff @europolitiche.it

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea

Crossmediale in lingua italiana sulle politiche delle istituzioni europee e dei governi dei paesi dell’Unione Europea


instagram
twitter
whatsapp

SITO WEB REALIZZATO DA Q DIGITALY

©2021-2022 di Europolitiche.it